Il tempo è la risorsa scarsa (e non rinnovabile) per eccellenza: vale per le persone come per le organizzazioni. Di conseguenza, sfruttare al meglio il tempo a disposizione è un fattore decisivo in qualunque strategia di miglioramento continuo. Che si tratti di ridurre il ciclo di vendita, di comprimere i tempi di produzione o quelli di progettazione, la velocità è la chiave per aumentare i profitti e per acquisire un vantaggio competitivo importante rispetto alla concorrenza.

Realizzare Progetti nei tempi stabiliti e nel rispetto del Budget

Secondo le statistiche il 97% delle aziende ritiene che il Project Management sia critico per il business e per il proprio successo; ciò nonostante, stando alle rilevazioni annuali del Project Management Institute (PMI) nel 2016 solo un progetto su due è stato completato nei tempi e nel rispetto del Budget stabilito!


Il nostro servizio si basa sul metodo di pianificazione e gestione dei progetti Critical Chain Project Management (CCPM), ideato dal fisico israeliano Eliyahu Goldratt, che permette di migliorare drasticamente le performance dell’azienda sia per la gestione di progetti singoli che in ambienti multiprogetto.

Completare gli Ordini nel più breve tempo per massimizzare il flusso dei profitti

Spesso le aziende che producono su commessa (make to order – MTO) fanno fatica a rispettare le date di consegna; succede anche a chi produce in serie (make to stock – MTS), anche se queste aziende si trovano più spesso in situazioni di “stock out” da un lato e un aumento di prodotti “slow moving” dall’altro.


Fig. 1: la domanda a volte eccede l’offerta

In un contesto simile si può trarre vantaggio dall’implementazione di un sistema di pianificazione e controllo della produzione diverso da quello in essere, che utilizzi una logica PULL invece che PUSH, secondo una metodologia che considera il mercato un fattore “limitante” molto importante del Sistema (vedi fig. 1) e, di conseguenza, permette di ottimizzare il ritmo produttivo (o il ciclo distributivo) minimizzando l’incertezza e la variabilità cui il processo è soggetto. Per approfondire, senza impegno, clicca qui o lascia un commento.